Convento dei Padri Agostiniani

Pubblicato da TS Engineering il

Descrizione: il progetto sul complesso architettonico del monastero, era finalizzato sia al restauro del manufatto nelle sue volumetrie originarie, ma anche ad un recupero funzionale dello stesso, destinandolo a centro studi, sala conferenze e ala museale.
La nuova destinazione funzionale, ha comportato che l’edificio fosse soggetto ad intervento finalizzato a renderlo adeguato alle normative vigenti in campo di sismica, di abbattimento delle barriere architettoniche, nonché di dotazione impiantistica. Realizzare gli interventi di adeguamento, è stato particolarmente complesso, in quanto in primo piano è stato sempre posto il rispetto del manufatto, nelle sue geometrie originarie.
Particolarmente significativo per la connessione tra recupero funzionale e conservazione dell’esistente, è l’intervento effettuato per il mantenimento delle volte presenti nel piano terra del locale sud. Le volte sono state alleggerite dal carico preesistente, consolidate e scaricate staticamente, poiché la funzione portante del solaio soprastante è stata affidata ad un nuovo solaio collaborante in legno, il quale ha svolto anche la funzione di alloggiamento per le catene di irrigidimento sismico delle murature.

Contributo: TS engineering si è occupata del progetto di adeguamento sismico delle strutture dell’intero complesso, e della direzione tecnica di cantiere.

Crediti:
Architetto principale: Mario Giudice
Progetto impiantistico: ing. Luigi Iannone (Iannone & Partners)

Convento prima del restauro