Villa unifamiliare

DescrizioneRistrutturazione di una villa di 600 mq che si sviluppa su tre livelli. Particolare attenzione è stata riservata al progetto di divisione degli spazi interni, la villa, poiché costruita con sistema di muratura portante, aveva delle grosse murature interne che ne scandivano la divisione in camere. Camere piccole e separate da strette porte, in contrasto con spazi ampi e unici. Nasce così l’idea di sospendere le grandi ed importanti volte presenti nei soffitti per liberare la zona giorno dalle partizioni interne. L’intervento, arduo e delicato, è realizzato attraverso l’inserimento di una capriata in acciaio ben nascosta sotto il tetto e collegata alle giunzioni delle volte con dei tiranti (pendini in acciaio). Il risultato è sorprendente: il grande camino centrale risulta completamente sospeso dall’alto, come le quattro volte adiacenti.
L’acciaio riveste grande importanza in questo progetto, da elemento strutturale è stato portato ad elemento di finitura protagonista dello spazio interno.
ContributoProgetto delle strutture
Consolidamento e sospensione della volte
Analisi di vulnerabilità della muratura
Tunnel in vetro della veranda
Piscina

ing. Michele Angelo Privitera
CommittentePrivato
Crediticoordinamento e progetto
Sebastiano Amore, Angela M.Campione, Corrado Gioia

collaboratori dello studio ACA
Michele Versaci, Federica Basile, Marco Vasta, Grazia Maugeri, Silvia Spina

direzione lavori
Sebastiano Amore e Corrado Gioia


Photo: ACA e Chiara Cadeddu
ImpresaUniedil di Giovanni Petralia – Nicolosi (CT)